Prima Giornata  – Giovedì 5 dicembre 2019

}

9:00am – 9:30am

Registrazione

 

}

9:30am – 10:50am

 

Plenaria di apertura: Convocazione del Campo

Meuccio Berselli, Segretario Generale dell’Autorità di bacino
distrettuale del fiume Po

●  Valeria Liverini, Centro Comune di Ricerca della Commissione
Europea – JRC

 

Introduzione all’Innovation Camp

●  Paolo Martinez, FUTOUR Facilitatore principale con Hank Kune, Educore
–  Come funziona l’Innovation camp
–  Breve introduzione delle sfide e dei facilitatori

Riskilience, le sfide sui linguaggi e comportamenti per comunità resilienti ai
rischi naturali

Sfida 1: GESTIRE E COMUNICARE L’INCERTEZZA AGLI STAKEHOLDER:
quale comunicazione per gestire l’esposizione al rischio, considerando
l’incertezza della conoscenze.
Carlo Cacciamani, Centro Funzionale Centrale nell’ambito dell’Ufficio
III – attività tecnico scientifiche per la previsione e prevenzione dei
rischi del Dipartimento di Protezione Civile.

Sfida 2: INNOVARE E RIUTILIZZARE LA COMUNICAZIONE DEL RISCHIO –
VERSO UN REPOSITORY (ARCHIVIO, BANCA DATI, RACCOLTA)
EUROPEO SCALABILE: gli strumenti della comunicazione.
Giuseppe Bortone, ARPAE Emilia-Romagna

Sfida 3: MEMORIA DEL PASSATO DEGLI EVENTI NATURALI: PER
CAPIRE IL PRESENTE E PREFIGURARE IL FUTURO, i sapienti
cittadini (stati generali della formazione).
Fabio Luino, Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica di
Torino

Sfida 4: COME MIGLIORARE LA GOVERNANCE DEL RISCHIO: i Contratti di
Fiume e di Lago. Viviane Iacone, Struttura Servizi idrici – Unità Organizzativa
Prevenzione rischi naturali e risorse idriche – Direzione Generale
Territorio e Protezione Civile – Regione Lombardia

Caffè e tè disponibili nello spazio condiviso
}

10:50am – 1:30pm

Gruppi di lavoro in parallelo

– Esplorazione di sfide e opportunità, e prime proposte di idee

}

13:00pm – 14:00pm

PAUSA PRANZO

 

}

14:00pm – 16:45pm

Gruppi di lavoro in parallelo

– Approfondimento della comprensione, arricchimento delle idee, raccolta
delle idee per creare dei primi prototipi

}

16,45pm – 17:45pm

Scambio e consulto tra le sfide

–  I gruppi presentano le loro prime idee agli altri gruppi, che fanno domande,
provocano, offrono nuove idee ed impulsi per ulteriore sviluppo
– I gruppi tornano a raccogliersi per discutere il feedback ricevuto

}

17:45pm – 18:30pm

Plenaria di conclusione prima giornata

Riflessione sul primo giorno e preparazione per la seconda giornata

}

18:30pm – 19pm

Chiusura dei lavori

Proprietari delle sfide & facilitatori si incontrano per preparare il
giorno successivo

Seconda giornata – venerdì 6 dicembre 2019

}

9:00am - 9:30am

Plenaria di apertura: la cornice per il secondo giorno

 

}

9:30am - 13:00pm

Gruppi di lavoro in parallelo

– Rivedere le opportunità e affinare le intuizioni
– Trasformare le idee in proposte concrete
– Pensare al futuro, pianificare prototipi connessi al mondo reale

}

13:00pm - 14:00pm

Pausa Pranzo

}

14:00am - 17:00pm

Gruppi di lavoro in parallelo

– Completare le proposte come prototipi pratici

– Tabella di marcia: le prossime 6 settimane/6 mesi/6 anni 

– Definire stakeholder e responsabilità

}

17:00am - 17:45pm

Presentazione in plenaria delle proposte

Presentazione dei prototipi come proposte trasformabili in azione

}

17:45pm - 18:15pm

Chiusura

– Feedback e impegni dai Proprietari delle Sfide
–  Andare avanti: discutere i prossimi passi e programmi per i mesi a venire
– Chiusura del Campo (Convocatore del Campo, figure istituzionali locali,
facilitatore capo)

Conclusioni

●  Paola Gazzolo, Assessore alla difesa del suolo e della costa,
protezione civile e politiche ambientali e della montagna della Regione
Emilia-Romagna